Turismo sostenibile – E’ possibile praticarlo in città?

turismo sostenibile a Napoli

Praticare turismo sostenibile è una scelta indispensabile per il bene del nostro pianeta. Fortunatamente, in Italia, sono in molti ad aver capito che scegliere la vacanza in chiave Green è un piccolo passo per combattere l’inquinamento. E’, infatti, risaputo che circa il 20% di C02 provengono dalle strutture alberghiere.

Fortunatamente c’è stata una presa di coscienza verso i problemi ambientali legati allo sviluppo del turismo, così, nasce il turismo sostenibile. Rispetta l’ambiente e porta beneficio ai luoghi e all’economia della meta visitata.

Secondo un sondaggio lanciato da Travelzoo sono circa il 90%degli statunitensi a preferire di alloggiare in una struttura ecosostenibile a parità di servizi e prezzo con una non green.

Alle strutture ricettive converrebbe adattarsi a questo tipo di esigenza. Potrebbero beneficiare dei seguenti vantaggi:

  • E’ possibile dimezzare i consumi, i costi e le emissioni di CO2;
  • Si regala valore aggiunto ai turisti sensibili al tema;
  • Il tema “green” stimola il social sharing, attività molto utile per la promozione della struttura.

Dopo questa breve premessa, torniamo alla nostra domanda: “Si può praticare turismo sostenibile in città?” – Certo! Basta seguire i punti che ti elencherò. Diventerai un eco turista in men che non si dica.

Scegli mezzi green per spostarti in città

Un viaggio con un’auto elettrica sarebbe l’ideale ma probabilmente non è alla portata di tutti. Per cui per spostarti potresti usare il treno, la bicicletta oppure le tue gambe che sono il mezzo meno inquinante in assoluto. Napoli è collegata ai vari quartieri attraverso la Metropolitana, le Funicolari e la Cumana per cui hai l’imbarazzo della scelta.

Per percorrere brevi distanze ti consiglio di usare le gambe: non c’è niente di meglio che passeggiare per i piccoli vicoli di Napoli. Solo qui potrai assaporare la vera essenza della cultura Partenopea.

Scegli una struttura ricettiva ecosostenibile

Scegliere una struttura green è fondamentale per il rispetto dell’ambiente. Qui a Napoli potresti alloggiare presso il B&B 4 stagioni. Una struttura che rispetta sia il cliente che l’ambiente. Le sue stanze sono state arredate con mobili creati grazie al materiale riciclato.

Scegli la cucina a km 0

La scoperta della cultura gastronomica di ogni paese è sempre entusiasmante. Scopri i sapori della cucina napoletana recandoti in ristoranti attenti al biologico e che servono pietanze realizzate con ingredienti a km 0. In questo modo promuoverai l’economia locale e ti delizierai in piena sostenibilità. In questo caso non posso far altro che consigliarti il ristorante “La Scialuppa” sito al Borgo Marinari. Ti aspetta una vista suggestiva e delizie a km 0.

Turismo sostenibile – Favorisci la tradizione e l’artigianato locale

La comunità locale deve essere la prima a beneficiare dei vantaggi del turismo. Per cui stai attento a scegliere i souvenir: a volte vengono fabbricati sfruttando specie di animali o vegetali che stanno per estinguersi. A Napoli, in via San Gregorio Armeno, potrai acquistare qualunque souvenir e potrai ammirare l’artigiano intento a lavorare. Una garanzia!

Se vuoi sapere di più su San Gregorio Armeno visita la nostra pagina dedicata alla visita del Centro Storico di Napoli.

Rispetta la cultura del luogo

Il turista sostenibile non ha pregiudizi ed è aperto al dialogo con gli abitanti del paese. Rispetta la cultura e le tradizioni del posto. Il popolo di Napoli è molto socievole ed accogliente. Ogni napoletano che si rispetti tende a gesticolare e fare conoscenza davanti ad un bel caffè. Sono tante le tradizioni qui e meritano un articolo a parte.

Se sei capitato su questa pagina è perché, sicuramente, ti sei accorto del grosso impatto ambientale che il turismo ha sul pianeta. Per approfondire l’argomento voglio consigliarti il libro scritto da Maurizio Davolio e Alfredo Samoza “Il Viaggio e l’incontro- Che cos’è il turismo responsabile“.